UA-60450045-1

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

Regolamento Gite

 CAI Sede

 

 

Lo scarpone

 

 

 

Valsusa turismo

scuola26 maggio 2022

Escursione con i bambini della scuola elementare di Foresto

Visualizza album fotografico

 

IL CAI va a scuola…………

Lunedì 16 maggio 2022, su invito dell’ insegnante Jolanda della scuola primaria di Foresto,la sezione del Cai di Bussoleno, nelle persone del Presidente Osvaldo e della Segretaria Enrica, si è presentata a scuola per illustrare le funzioni del Cai in generale e della sezione in particolare.

Ad attenderci 24 bambini delle pluriclassi con cui si è iniziato un dialogo, attraverso il quale molti hanno espresso la conoscenza e la frequentazione dei monti della nostra valle. Grazie anche all’uso della Lim ( lavagna multimediale),di cui i bambini hanno dimostrato una familiarità d’uso, è stato visionato il filmato del Cai che illustra tutte le attività che vengono proposte: dal semplice escursionismo alle attività più alpinistiche.

Enrica ha raccontato poi la prima ascensione al Rocciamelone da parte di Rotario dAsti e la posa sulla cima della statua della madonna ,accompagnate dalle immagini del luogo. Osvaldo ha raccontato il lavoro che la sezione sta facendo nella ripulitura e segnatura dei sentieri, anche qui le immagini dei lavori hanno fatto comprendere ai bambini la fatica che viene fatta dai volontari per rendere agevole la percorrenza dei sentieri agli escursionisti.

I bambini hanno dimostrato interesse intervenendo con tante curiose domande. Al termine tutti sono stati omaggiati con una penna a sfera serigrafata,l a rivista intersezionale “Muntagne Noste” ed il programmino gite della sezione.

LA SEZIONE DEL CAI E LA SCUOLA IN GITA

Sono le ore 8,15 di giovedì 26 maggio, piazza del mercato, ecco i primi bambini che arrivano accompagnati dai loro genitori, zainetto in spalla e berretto giallo come segno di riconoscimento. Pian piano si aggiungono gli altri sono in otto purtroppo uno non si è sentito bene nella notte e non può partecipare.

Sono i bambini della pluriclasse terza e quinta della scuola Primaria di Foresto, sono impazienti di iniziare la giornata, le ultime raccomandazioni dei genitori e si può andare. Ad accompagnarli la loro maestra Jolanda e Osvaldo ed Enrica della sezione del Cai di Bussoleno.

Prima tappa: visita al Mulino Varesio, tanti macchinari da vedere e tante cose da scoprire ma è soprattutto la grande ruota ed il movimento impresso dall’acqua ad affascinarli. Ci si rimette lo zaino in spalla e questa volta si parte veramente.

Attraversato il Borgo della Paglia, imboccata prima via San Lorenzo e poi via Camposciutto ora si inizia a salire e subito il gruppettino si disgrega: avanti il gruppetto dei camminatori seguono Osvaldo e gli altri che fanno più fatica rimangono indietro con Enrica e la maestra Jolanda. Si arriva quindi alla Baritlera dove finalmente ci si può riposare, dissetarsi alla fontana e fare il meritato spuntino tanto agognato.

Ma la fatica non è ancora terminata si deve ancora salire verso Pietra Bianca e scendere prima alla borgata Righettera dove incontriamo Orazio, un bell’asinello che non aspetta altro che farsi accarezzare e poi sino all’area attrezzata dell’Orrido di Chianocco.

La fame è tanta è così svelti svelti dagli zaini compaiono panini, tranci di pizza, biscotti, cioccolato…Seduti al tavolo è forse il momento in cui si sente solo il rumore della mascelle che si muovono per masticare. Accanto c’è il ruscello e presto i bambini ne vengono catturati si saltella sulle pietre, lo si attraversa in più punti rischiando per chi non è tanto agile di finire con un piede a bagno, la stanchezza di prima sembra dimenticata.

Ma l’orologio ci richiama all’ultima visita: Il museo dei mestieri nel castello di Chianocco. Statuine che con un movimento meccanico rappresentano tanti mestieri,molti dei quali ormai relegati a tempi passati e poi al piano superiore un bel plastico della Ferrovia Fell con il trenino che lentamente sale per la montagna.

Ormai si è fatta l’ora di ritornare,una sosta a mangiare le more di gelso che danno un bel colorito alle mani ed alla bocca, una sosta ancora al campo giochi di Chianocco dove ci si dimentica della stanchezza per scorazzare su altalene scivoli ed assi si equilibrio e poi dulcis in fundo un bel cono gelato, offerto dal Cai, chiude la bella giornata. Forse domani qualcuno farà fatica ad alzarsi per andare a scuola ma ne è valsa la pena.

Enrica

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.